Anarchist Republic Of Buzzz
United Diktatürs of Europe

in una domenica referendaria che giunge a chiusura di una penosa epopea in cui si è rischiato seriamente l’orchite, poter immergere orecchie e meningi in un disco che porta cotanta ragione sociale e con un titolo sin troppo eloquente è un privilegio raro e privato, oltreché, va da sé, una chiara dichiarazione di v(u)oto!
chi saprebbe indicare sulla mappa l’Anarchist Republic Of Buzz? chi ne ricorda il primo disco che raffigurava in copertina una spericolata crasi fra Barack Osama e Obama bin Laden (e sul retro c’era pure Gheddafi)? era il 2009 e i tre, a seguito di accordi pregressi, godevano di buona salute, ma da qualche segreta parte del globo una cellula anarco-insurrezionalista elettrificata alzava il volume degli amplificatori!

front

Anarchist Republic Of Bzzz (Sub Rosa, 2009) mescolava il flow caustico di Sensational con la solennità ieratica di Mike Ladd, le chitarre di Arto Lindsay e di Marc Ribot provviste all’uopo di mute di corde aggrovigliate al filo spinato con la spietata determinazione del comandante in campo Seb el Zin. un hip-hop claustrofobico e cianotico con irruzioni punk di chitarre randagie, un disco ostile ed ostico funestato da frequenze disturbate sulle onde corte, un clima da guerriglia globale calpestato al ritmo di un dub zoppo e di un blues storto. nel 2012 ne uscì anche una nuova versione che comprendeva alcuni remix (fra i nomi dei manipolatori/sabotatori quelli di David Fenech e di Berangere Maximin, tanto per capire da che parte della barricata ci troviamo). poi la cellula si disperde nella macchia globale e da allora nessun avvistamento.

front2

poi senza preavviso, sul finire del 2016, ecco riapparire la rifondata Anarchist Republic Of Buzzz apparentemente installatasi da qualche parte nel bacino mediterraneo: il nuovo obiettivo è rappresentato dalle dittature europee riunite sotto la rassicurante bandiera blu oltremare e le scintillanti stellette gialle. United Diktatürs of Europe (Atypeek Music, 2016) si manifesta con una copertina urticante (per inciso, una delle più brutte del dopoguerra!) ad opera del Ministro della Propaganda Kiki Picasso: sì perché la Repubblica si è data un ordinamento ed ha assegnato gli scranni. Arto Lindsay alla Difesa, Mike Ladd al Ministero della Verità, Luc Ex alle Finanze, Juice Aleem all’Abbondanza. c’è sempre Seb el Zin a capo del Governo e con lui Rojda Senses (Amore), Timba Harris (Affari Esteri), Mehmet Boyaci (Giustizia), eRikM (Ministro dei Frattali), Murat Ertel (Ministro dei Microintervalli), Onur Secki (Ministero del Doum) e Ismail Altunbas (Ministero del Tek). Marc Ribot assente dev’essere in incognito in qualche segreta missione ma al suo posto, al Ministero delle Diagonali, ecco insediarsi Archie Shepp! gli effluvi percussivi mediorientali non attenuano l’urgenza, le chitarre continuano a scorticare e la presenza del basso di Luc Ex fa ciondolare la combriccola a ritmo marziale di dub! le frequenze disturbate paiono giungere dalle acque internazionali del Mediterraneo da dove si vedono passare all’orizzonte barche stracolme di umanità!

il sax di Archie Shepp pare chiamare dall’alto del faro come un muezzin, Mike Ladd e Juice Aleem sputano rabbia e additano alla pietà: il disco incalza ed urge, la rabbia monta ed il tempo stringe. un suono che mescola e depista, figlio di quel villaggio globale in cui sono smarrite le appartenenze e le coordinate. Tropic of Interzone pare giungere da una zona imprecisata, dai reconditi anfratti del deep web, dalla visionarietà di Burroughs di cui si avverte la mancanza declamante come un’amputazione. un suono che mescola i Master Musicians of Joujouka, Ornette Coleman, Fayruz e il sogno panafricano, tutti a premere contro i portoni della Fortress Europe.

un disco ottundente e scomodo, contemporaneo e futuribile ma difficile da scindere dalla denuncia scomoda che porta con sé! tanta bellezza non inganni, qui dentro c’è forse l’ultimo tentativo di provare a far fare pace a musica e denuncia politica. dalle coste dell’Anarchist Republic Of Bzzz si può avvistare in fondo al mare il Paese del Gratta e Vinci dove stanno giocando alla risposta giusta fra un SI e un No: il montepremi, in attesa del risultato, sta galleggiando ammassato in mezzo al mare!
buon ascolto

Posted in 2016 | 1 Comment

la radio uabab #147

Radio Sonora
la radio uabab #147
lunedì 28 novembre 2016 ore 17,00
(replica mercoledì 30 novembre ore 17,00)
download

a3847861793_10


Hush

Reginald Omas Mamode IV
Reginald Omas Mamode IV (Five Easy Pieces, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

jay-daniel-cover-450
Niiko
Jay Daniel
Broken Knowz (Technicolour/Ninja Tune, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

eli-keszler-ee001_front


Corresponding Probably To Quanta

Eli Keszler
Last Signs of Speed (Empty Editions, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

yaqaza


Tigre Che Balza

Sea Urchin
Yaqaza (Kraak, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

front1

Chant Avec “Inanga”
François Muduga / Various Artists
Musique Du Burundi (Ocora, 1968)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

Posted in la radio uabab, la radio uabab 2016/2017 | Leave a comment

la radio uabab #146

Radio Sonora
la radio uabab #146
lunedì 21 novembre 2016 ore 17,00
(replica mercoledì 23 novembre ore 17,00)
download

love-songs-part-two-main


Who To Love?
Romare
Love Songs: Part Two (Ninja Tune, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

a-tribe-called-quest-we-got-it-from-here-thank-you-4-your-service
Melatonin
A Tribe Called Quest
We Got It From Here Thank You 4 Your Service (Epic, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

00-josef_leimberg-astral_progressions-wg002-web-2016


Astral Progressions

Josef Leimberg
Astral Progressions (World Galaxy Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

yussef-kamaal-black-focus


Black Focus

Yussef Kamaal
Black Focus (Brownswood, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

frontDay to Day (For 6 Days a Week)
L.A. Salami
Dancing With Bad Grammar: The Director’s Cut (Beat Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

Posted in la radio uabab, la radio uabab 2016/2017 | Leave a comment

la radio uabab #145

Radio Sonora
la radio uabab #145
lunedì 14 novembre 2016 ore 17,00
(replica mercoledì 16 novembre ore 17,00)
download

cover


Lift

Katie Gately
Color (Tri Angle Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

cram266__oy_lores
Horizon
OY
Space Diaspora (Crammed Discs, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

lambchop-flotus


Old Masters

Lambchop
FLOTUS (Merge Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

tom-ze-2016


Sexo

Tom Zé
Canções Eróticas de Ninar Urgência Didática (Tom Zé, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

00-shirley_collins-lodestar-web-2016
The Rich Irish Lady / Jeff Sturgeon
Shirley Collins
Lodestar (Domino, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

Posted in la radio uabab, la radio uabab 2016/2017 | Leave a comment

Our Man is gone

lc_feature

It is with profound sorrow we report that legendary poet, songwriter and artist, Leonard Cohen has passed away. We have lost one of music’s most revered and prolific visionaries.

The Tibetan Book Of Dead narrated by Leonard Cohen

Posted in 2016 | Leave a comment

la radio uabab #144

Radio Sonora
la radio uabab #144
lunedì 7 novembre 2016 ore 17,00
(replica mercoledì 9 novembre ore 17,00)
download

darcy-james-argues-secret-society_2016_real-enemies


The Enemy Within

Darcy James Argue’s Secret Society
Real Enemies (New Amsterdam Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

a3896772013_10
Three (For Me We & Them)
Taylor Ho Bynum
Enter The PlusTet (Firehouse 12 Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

mary-halvorson-octet


Safety Orange (No. 59)

Mary Halvorson Octet
Away With You (Firehouse 12 Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

sedimental-you


TrumpinPutinStoopin

Mark Dresser Seven
Sedimental You (Clean Feed, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

christian-wallumrod-ensemble_2400x2400-1024x1024
Haksong
Christian Wallumrød Ensemble
Kurzsam and Fulger (Hubro, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

Posted in la radio uabab, la radio uabab 2016/2017 | 2 Comments

Tom Zé
Canções Eróticas de Ninar

la carica degli 80! se proprio si volesse dare un titolo a questo autunno tiepido di ascolti musicali non si potrebbe evitare la quarta età! a seminare benefico sgomento è una banda di ottuagenari lucidi e determinati, creativi e appassionati nel distillare l’essenza di una vita artistica giunta caparbiamente ad una splendida fioritura tardiva! le avvisaglie che questo sarebbe stata una stagione incanutita e gerontofila c’erano già tutte: a cominciare (finalmente) dal Nobel assegnato a Bob Dylan, che di anni ne ha (solo) 75 ma è come se ne avesse 800 (certe età si misurano solo con la Storia)! e quando poi ti vedi giungere i dischi di John Tilbury che omaggia Derek Bailey con un titolo eloquente, quello di Lee “Scratch” Perry nell’ennesima incarnazione psicotropa ed intossicata, quello del maestro Paolo Conte a cui non basteranno mille (…) fiori da combattimento, e l’ennesima visita pastorale nelle nostre terre aride di Sua Vocalità Leonard Cohen, ecco che non resta che urlare: Largo ai giovani del 1930!

tom-ze-1

l’ultimo latitante della banda a piede libero arriva dal Brasile ed è forse il più malandro del manipolo: Tom Zé è un folletto mai divenuto grande, un Peter Pan con la sindrome di Lucignolo che da quasi 50 anni infesta di dadaismo la Mùsica popular brasileira (MPB)! il suo ultimo disco uscito a fine ottobre per celebrare i suoi 80 anni è, a suo dire, una vera e propria Urgência Didática. Canções Eróticas de Ninar (Tom Zé, 2016) è un appello affinché le tematiche della sessualità siano infuse ai fanciulli sin dalla più tenera età: canzoni erotiche per la ninna nanna recita l’ossimoro ardito del titolo, un outing tardivo in cui Tom Zé confessa in età adulta (!?!)  tutte le turbe vissute nella sua infanzia, un invito affinché la sessualità possa diventare per ciascuno “un tema che coinvolge la curiosità, il gioco, l’ansia, la separazione, il gusto, la blasfemìa, la preghiera!”.

tom-ze-2016

13 canzoni che esplorano irriverenti i temi della masturbazione, dell’orgasmo, del mistero (tutto maschile) della sessualità femminile, il voueyerismo, la proibizione, l’ignoranza, la religione: vicende private raccontate con la lingua del forrò, e servite in salsa batucada, in compagnia di un manipolo di giovanissimi musicisti che da qualche anno hanno riconosciuto in Tom Zè l’inequivocabile coeva urgenza post-adolescenziale. perché pare proprio che la vena surreale ed irriverente di Tom Zè non invecchi: le composizioni sono più sghembe di quanto ci si possa immaginare, la voglia di immaginare e di stupire è rimasta integra, i brani sono infestati da scherzi, suoni astrusi, deviazioni improvvise, samba ebbri e genialità infusa!

tomze-parasite

titoli astrusi come Orgasmo Terceirizado (più o meno esternalizzato), rime impunite come pasarela fina/vaselina, licenze poetiche (all’ombra delle fanciulle deflorate), spudoratezze familiari, un Tuca Tuca 2.0 ben oltre quello imparato dalla Carrà, indumenti con serbatoio (camisinha) e la sensazione che sia vero quello che diceva Brel mutuato da Paolo Conte (Les cochons, ils ne vieillissent pas, ils deviennent des saucissons ,mais les hommes, tant qu’ils vieillissent, ils deviennent des cochons…)! davvero una meraviglia sorprendente per un’artista ottuagenario ancora in tour, ancora irriverente, ancora provocatorio, ancora assolutamente vivo! insomma contro il logorio della vita post-moderna e gli acciacchi della mezza età affidatevi serenamente ad un’ottantenne che pare aver raggiunto un senso di pace ma non la pace dei sensi!

6a7e85247ac84455c48bb1163da511a0

auguri a questi splendidi ottuagenari volanti e di nuovo: Largo ai giovani del 1930!
buon ascolto!

Posted in 2016 | 1 Comment

la radio uabab #143

Radio Sonora
la radio uabab #143
lunedì 31 ottobre 2016 ore 17,00
(replica mercoledì 2 novembre ore 17,00)
download

cacao

Roboto
Cacao
Astral (Brutture Moderne, 2016)
more details

 

cover
Hubris Part 1 (excerpt)
Oren Ambarchi
Hubris (Editions Mego, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

nxworries-yes-lawd


Suede

NxWorries
Yes Lawd! (Stones Throw, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

ka-honor-killed-the-samurai-compressed


Just

Ka
Honor Killed The Samurai (Iron Works, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

00-mark_ernestus_ndagga_rhythm_force-yermande-nd25-web-2016
Jigeen

Mark Ernestus Ndagga Rhythm Force
Yermande (Ndagga, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

Posted in la radio uabab, la radio uabab 2016/2017 | Leave a comment

la radio uabab #142

Radio Sonora
la radio uabab #142
lunedì 24 ottobre 2016 ore 17,00
(replica mercoledì 26 ottobre ore 17,00)
download

leonard-cohen-you-want-it-darker


Traveling Light

Leonard Cohen
You Want It Darker (Sony/Columbia, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

00-xylouris_white-black_peak-web-2016
Erotokritos (Opening)
Xylouris White
Black Peak (Bella Union, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

sao-paulo-underground_2016_cantos-invisiveis_prew


Of Golden Summer

São Paulo Underground
Cantos Invisíveis (Cuneiform Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

front


Amazing Game

Paolo Conte
Amazing Game (Decca/Universal, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

zoufris-maracas-le-live-de-la-jungle-2016
L’auvergnat

Zoufris Maracas
Le Live de la Jungle (Chapter Two Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

Posted in la radio uabab, la radio uabab 2016/2017 | Leave a comment

la radio uabab #141

Radio Sonora
la radio uabab #141
lunedì 17 ottobre 2016 ore 17,00
(replica mercoledì 19 ottobre ore 17,00)
download

front


Malcolm Vibraphone X

Junko Onishi
Tea Times (Sony, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

%e5%9d%82%e6%9c%ac%e6%85%8e%e5%a4%aa%e9%83%8e-%e2%80%8e-%e3%81%a6%e3%82%99%e3%81%8d%e3%82%8c%e3%81%af%e3%82%99%e6%84%9b%e3%82%92-love-if-possible
Love If Possible
Shintaro Sakamoto (坂本慎太郎)
Love If Possible (できれば愛を) (Zelone Records, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

front


Theme for a Taiwanese Woman in Lime Green
Devendra Banhart
Ape in Pink Marble (Nonesuch, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

00-mv_and_ee-root-void-web-2016


I Wanna See U Far Away

MV & EE
Root/Void (Woodsist, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

cover
Hard to Believe

Aaron Neville
Apache (Tell It, 2016)
more details
( ( ( ↓ ) ) )

Posted in la radio uabab, la radio uabab 2016/2017 | Leave a comment