Monthly Archives: marzo 2010

Giuseppi Logan The Giuseppi Logan Quintet

mi accodo e mi aggiungo alla lista dei fedeli fans dell’etichetta americana Tompkins Square, in buona compagnia di Fabio che non smette di tesserne sperticate lodi (e ne ha ben donde); lo faccio perché ai responsabili di questa label è … Continue reading

Posted in 2010, zzaj | 6 Comments

Originals: The Revolution Will Not Be Televised A Film about Gil Scott-Heron

più o meno un anno fa, sulla copertina della rivista musicale Blow Up, campeggiava il bel volto serafico di Mulatu Astatke e il tutto veniva perentoriamente sottolineato con il titolo Mulatumania, a segnalare il crescente interesse per il ritorno del … Continue reading

Posted in 2010, Kino | Leave a comment

Bill Callahan Rough Travel For A Rare Thing

non mi dilungherò molto. primo perché vado di fretta e secondo perché poco è ciò che ho da dire. un pensiero si è palesato fortemente mentre ascoltavo questo disco: sono assai lieto di vivere lo stesso tempo di Bill Callahan, … Continue reading

Posted in 2010 | Leave a comment

AKG K 315

esulo un poco dalle consuete questioni che riempiono questo spazio: ma neppure troppo. mi è soggiunta un’anomala tentazione di onorare e tributare il giusto ringraziamento ad un oggetto che da più di un anno mi accompagna indefesso e silenzioso (o … Continue reading

Posted in iNmobilità | Leave a comment

Roy Nathanson's Sotto Voce Subway Moon

in un immaginifico habitat naturale che ha New York come sfondo e l’aspirazione internazionalista come paradigma, immaginiamo di impostare alcuni punti cardinali di riferimento: innanzitutto la parte colta della no-wave rappresentata dal lampo di stile dei Lounge Lizards e quindi, … Continue reading

Posted in 2009 | Leave a comment

Ortometropolis/8 di Costantino Spineti

guai a chi si fosse dimenticato di Costantino Spineti! altre, ed esotiche faccende, lo hanno affaccendato e tenuto lontano dal blog, ma (altri) guai a pensarlo azzittito. tutt’altro. il suo procedere ed insinuarsi si è fatto vieppiù tortuoso e sotterraneo. … Continue reading

Posted in Ortometropolis | Leave a comment

in movimento

mi rimetto in movimento. qualche giorno a Barcellona a slacciare consuetudini e impegni. ah, voglio suonare e camminare… recitava il testo di una canzone che qualcuno spero ricordi. più o meno questo, niente di più e niente di meno. camminare … Continue reading

Posted in iNmobilità | Leave a comment

John Coltrane The Complete 1961 Village Vanguard Recordings

il tempo e gli ascolti hanno consolidatato in me un’idea che molti anni addietro si palesava tiepida e incerta ed eppur così vivida e tenace: la musica è un luogo! l’affermazione è imprecisa e credo debba esser presa col giusto … Continue reading

Posted in zzaj | Leave a comment