Monthly Archives: febbraio 2011

L’Illusionniste le film

e così, dopo averne scritto senza vederlo, dopo averlo atteso senza impazienza e infine, averlo visto senza scriverne, posso oggi condividerlo senza aggiungere molto di più. L’Illusionniste nella sua versione integrale senza bisogno di inutili traduzioni, perché Jacques Tati parla … Continue reading

Posted in Kino | 8 Comments

John Renbourn Palermo Snow

credo possa far piacere sapere (a quei pochi che ci tengono ancora a saperlo) che John Renbourn non ha smesso di fare dischi e che, soprattutto, nel disinteresse assordante che lo circonda, continua a farlo con l’arte e il mestiere, … Continue reading

Posted in 2011 | 10 Comments

Eliane Radigue Songs of Milarepa

nell’attesa di sorprese sconsiderate e di rivelazioni illuminati mi sono preso il tempo necessario per ascoltare per intero le 5 canzoni di Milarepa che Eliane Radigue, dietro investitura del Ministero Francese della cultura, sonorizzò ed arrangiò fra il 1981 e … Continue reading

Posted in Songs, Canções, Canzoni, Chansons, Gesänge | 5 Comments

Boubacar Traoré Mali Denohu

eccolo! finalmente eccolo qui! auguro a tutte le genti di buona volontà (donne et homini) ammorbati dal desiderio insanabile di ascoltare musica di avere un disco da aspettare, con la stessa passione e bramosìa con cui si attendono gli amanti. … Continue reading

Posted in 2011 | 13 Comments

Mike Reed’s Loose Assembly Empathetic Parts

quando mala tempora currunt e il declino morale di questa stolta civiltà incombe io avverto irrefrenabili istinti di rifugiarmi (sfuggirmi) in luoghi sicuri e nascosti, direi quasi sacri; imbottirmi di jazz è funzione buona all’uopo, moto a luogo, lasciapassare privato … Continue reading

Posted in 2010 review | 7 Comments

Rango Bride Of The Zar

il mio omaggio all’Egitto – perché un seppur umile omaggio andrà fatto a questo popolo -non poteva che essere musicale, e, per forza di cose (e di cambiamenti) sarà un disco nuovo e ancor meglio un debutto. questo senza nulla … Continue reading

Posted in 2010 review | 6 Comments