ciao Costantino

caro Costantino,
crepare di maggio, ci vuole tanto troppo coraggio! se questa vita bagascia ci desse il tempo di avvertire chi resta, sono certo che mi avresti telefonato da uno dei tuoi numeri improbabili per sfoderare l’ennesima citazione seguita dalla tua risata inconfondibile.
ma la vita è appunto bagascia ed io sono qui che mi appallottolo un dolore alla bocca dello stomaco, stordito, smarrito, confuso e assai più solo.
cosa vuoi che scriva ora? che senso ha farlo? a chi?
posso fingere di farlo da redattore di queste pagine che ti hanno visto irrompere con quell’improbabilità guascona che non ti si toglieva di dosso, quell’urgenza di fare, di dire, di urlare e di riderci sopra: quel metterci sempre la faccia a costo di schiaffi o carezze, quella furia di vivere, godere e bruciare i giorni nella vampa dell’esserci.
su questo blog hai lasciato parole, deliri, bugie e urticanti verità: ma era fuori di qui, dove non si recita e non si inganna, che hai speso tutto. tutto di fretta, tutto sempre necessario, tutto subito, tutto possibile, tutto macchémenefotteammé, tutto quello che io non so e non posso dire.
mi hai rovesciato addosso la tua passione fraterna, invadente, incondizionata, mi hai tenuto al telefono ore ad ascoltare monologhi deliranti che già rimpiango: quei fortunati giorni passati assieme avevano il sapore dirompente e necessario di una rivoluzione da incendiare all’istante.
te ne sei andato con la stessa urgenza con la quale vivevi: sempre prima degli altri, di testa tua, a muso duro, da capoccione. scrivo perché sono certo avresti preferito così, ma vorrei tacere perché non c’è una sola parola che valga la pena di esser detta.
ma di questo Costantino fregatene, come sempre, e appena ritorni, ti prego, telefonami.

This entry was posted in Costantino Spineti. Bookmark the permalink.

2 Responses to ciao Costantino

  1. SigurRos82 says:

    Non lo sapevo. Mi dispiace tantissimo. E’ incredibile come questo mezzo potente quale è internet riesca ad avvicinare persone che non si sono mai incontrate di persona. Sembra una banalità, ma è in circostanze come questa che me ne rendo conto autenticamente.

    Un abbraccio a tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerlo ‘dal vivo’, e un abbraccio fortissimo a lui.

  2. ReeBee says:

    Ciao Belva. Ci rincontreremo, stanne certo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *